Bosnia and Herzegovina

* Sarajevo *

A crazy journey to reach a beautiful capital . I land in Timisoara in late afternoon . I go to Belgrade by car . From there to Sarajevo: night bus . I arrive in Sarajevo at 5 am . It is the starting point of the I World War. The city was almost entirely destroyed and rebuilt . It is very beautiful. Full of charm . It is located in a valley . It ‘ a mix of styles – from the Ottoman period , the Austro-Hungarian , socialist . It ‘ also a mix of religions – Protestant Catholic Orthodox Jewish Muslim . I start walking and I am very tired . I find a hostel and I rest a couple of hours . Then I keep visiting all day . I go to the museum of the tunnel of hope . Touching. Then in the old part . In the late afternoon I go back to Belgrade with a mini van and from there a couple of Serbs drive me to Budapest where the morning I have the plane back . I cant beleive I could catch all the “connections” (lets call them like that) without organizing anything. A crazy trip. But it was worth it. Sarajevo is too much cool !

Un viaggio folle per raggiungere un’ incantevole capitale. Atterro a Timisoara in tardo pomeriggio. Vado verso Belgrado in macchina. Da lì a Sarajevo bus notturno. Arrivo alle 5 di mattina. E’ il punto d’inizio della Prima Guerra Mondiale. La città è stata quasi tutta distrutta e ricostruita. E’ molto bella. Piena di fascino. Si trova in una valle. E’ un mix di stili – dal periodo ottomano, austroungarico, socialista. E’ anche un mix di religioni – protestante cattolica ortodossa musulmana ebrea. Inizio a camminare stanchissima. Trovo un ostello e ci rimango un paio di ore. Poi continuo la visita per l’intera giornata. Vado prima al museo del tunnel della speranza. Toccante. Poi nella parte vecchia. In tardo pomeriggio torno verso Belgrado con un mini van e da lì una coppia di serbi mi accompagna a Budapest dove la mattina ho l’aereo di ritorno. Non riesco a  credere che sono riuscita a prendere tutte le “coincidenze” (chiamiamole così) senza organizzare nulla. Un viaggio da pazzi. Ma ne è valsa la pena. Sarajevo è troppo cool !

(Sep 2015)